Appartiene alla popolazione dei Dinka del centro Africa.

Fotografo non identificato, stampa all’albumina incollata su cartoncino.

Nel 1896 Lombroso pubblica sulla rivista Archivio di psichiatria con il suo collaboratore Mario Carrara un articolo dal titolo “Contributo all’antropologia dei Dinka”, uno studio antropologico e antropometrico condotto su un gruppo di individui appartenenti al popolo dei Dinka, provenienti dalle regioni centro-africane del “Nilo bianco”.

Questa fotografia, inserita in una tavola a fondo dell’articolo insieme a quella di altri due individui, coadiuva la descrizione particolareggiata della donna di nome Eloè, della tribù Rek, di 25 anni, in cui evidenzia cicatrici tondeggianti (simili a quelle lasciate dal vaccino del vaiolo) sulle guance, sulla fronte, intorno all’ombelico e sulle braccia.

La scritta a matita 2/3 dell’originale è un’indicazione per la riproduzione dell’immagine a stampa. Sul retro dell’immagine a matita è riportato: Eloè donna di 25 anni della tribù dei Rek.