Pellagrosi, Mogliano Veneto (Treviso), fine Ottocento-inizio Novecento.

G. Jankovich, stampe all’albumina incollate su cartoncino.

Pazienti ricoverati presso il primo pellagrosario italiano, inaugurato a Mogliano Veneto nel 1882 alla presenza di Lombroso che espone per l’occasione la sua teoria (poi rivelatasi errata) che vede nella pellagra una patologia provocata dalle cattive condizioni di conservazione del mais che viene assunto come polenta quotidianamente dalle popolazioni povere, soprattutto del nord Italia.

Lombroso sottolinea la necessità di interventi pubblici a sostegno delle persone colpite da questa malattia che provoca diarrea, dermatite e demenza, e che conta più di 100.000 casi.Solo attorno agli anni Trenta del Novecento viene scoperta la reale causa della pellagra, dovuta alla carenza o al mancato assorbimento di vitamine del gruppo B nell’organismo.